domenica 7 ottobre 2012

Trofeo S.Ippolito (PB 10km ufficioso), tutto bene peccato solo......

RIEPILOGO DELLA FATICA ODIERNA.....
Aprirò e chiuderò questo post con il mio augurio di prontissima guarigione ad un amico nonchè punto di riferimento per tutti i blogtrotters ed i runners romani che hanno avuto il piacere di frequentarlo. Forza RB, questo incidente di percorso non ti impedirà di vincere le tue sfide!!!!

Domenica 7 ottobre 2012, 7 gg dopo la bellissima trasferta di Nottingham, dove ho siglato il PB sulla distanza della mezza maratona (vedi post precedente), e dopo una settimana nella quale mi sono allenato poco (anche per staccare un po' dopo un mese pieno) mi schiero ai nastri di partenza del trofeo S.Ippolito, 10.400mt pianeggianti da correre per le strade di Fiumicino.

Partecipazione obbligatoria per me, vuoi perchè la zona è a me ben nota, abitandoci i miei genitori ed uno dei miei fratelli con la famiglia (in realtà a Focene) vuoi perchè corro spesso a Villa Guglielmi (il parco di Fiumicino) ma soprattutto perchè oggi si sarebbe verificato un evento storico, ovvero, ben 3 fratelli Luca (che sarei io...) Leonardo (il blogger Brontorunner) e Luigi, vestendo i gloriosi colori della Lazio Runners Team, spillavano il pettorale alla partenza!!!!! Se per me si trattava ormai dell'ennesima gara e se per Brontorunner ormai siamo nell'ordine delle decine, per Luigi si trattava del battesimo del fuoco assoluto, avendo iniziato a correre esattamente 2 mesi fa partendo praticamente da zero, anzi direi da sottozero!!!!

 Con queste premesse "familiari" unite alle motivazioni agonistiche visto che scendeva compatto in campo il Mimmo Team al completo - Fabio "the shark", Sandro "the doctor", Fabrizio "il keniano", Massimo "mollo nel finale" e Mauro "sarei mezzofondista ma voglio fare la maratona" e  per giunta proprio sotto gli occhi vigili del coach Mimmo in persona (che si piazzerà impietoso ai 200mt dall'arrivo per valutarci....) era chiaro fina da subito che sarebbe stata gara VERA! E sofferenza sia, 5.....4....3.....2....1 VIA!!!!

Caratterstica di questa gara è la partenza da un ampissimo piazzale, ampissimo sì, peccato che dopo 100mt si affronti una curva a 90° con repentino restringimento che costringe tutti ad inchiodare prima di poter di nuovorilanciare la corsa sugli oltre 2km di lungomare. Per evitare l'effetto imbottigliamento, scatto come un goffo Usain Bolt e guadagno la corda tra le prime decine di atleti per poi dopo 200mt assestarmi ad una velocità sostenibile. So già che nella speciale competizione tra gli amici (dai nemici mi guardo io dagli amici mi guardi Dio.....) quello che devo temere di più è Fabio "the shark" che a 52 anni è atleta capace solo 10 mesi fa di stampare un bel 36'03'' su una 10km (certificata). Sostanzialmente del Mimmo Team non temo per il momento nessun altro ma in famiglia.....a volte l'allievo, si sa....., supera il maestro e quindi ormai il fratellino inizia ad essere un valido e stimolante avversario.

Primo km 3'40'', mmm un po' veloce, l'idea era di correre 5/6km a 3'45''/km per poi tentare una piccola progressione e passare ai 10km intorno ai 37'10'' (il mio PB sui 10.080mt è 37'18''). Ai 500mt mi aggancia "the shark" e continuiamo insieme per un po', 2°km 3'39'', non va bene sto esagerando ma è l'amico/rivale a fare il passo e non posso lasciarlo andar via! Prima del 3°km un runner mi taglia repentinamente (e pienamente nel torto) la strada, o meglio ci prova perchè con il braccio lo sposto malamente (la stazza pesa nella corsa ma ogni tanto aiuta...). Da questo nasce un acceso diverbio che per un attimo non sfocia in rissa e che per fortuna si ricompone qualche decina di secondi dopo quando i livelli di adrenalina tornano sotto il livello di guardia. Il "focoso" personaggio prende anche qualche metro di vantaggio  e gli sento dire che "queste cose" lo caricano (quindi è recidivo...) e lo fanno andare + forte......dopo il 5°km vedrà solo il retro delle mie bellissime NB 890V2 British Miler edizione limitata per Londra 2012!!!!!! Il 3° e 4° km scivolano via entrambi in 3'42'' ma capisco che non ho molto margine e la fatica inizia a farsi sentire.

dedicate al focoso "tagliatore".....

Rimugino sul fatto che se "the shark" dovesse tenere questo ritmo, la mia unica possibilità di successo è rimanergli incollato alle chiappe e bruciarlo in volata dove mi sento nettamente superiore......ma vedremo! 5° km 3'45'', ora non abbiamo più nessuno a cui succhiare le ruote e mi trovo a guidare un gruppetto di pochi atleti con davanti ad una 30ina di metri un bel gruppetto di 4 uomini e 1 donna dal quale, però, la distanza rimane invariata tanto che, involontariamente, aumento il ritmo e sortisco i seguenti effetti:
1. sento che non potrò progredire granchè;
2. capisco che posso agganciarli a patto di avere pazienza;
3. sorprendentemente "the shark" perde terreno!
Caspita, che fare????? La strategia iniziale è andata a farsi friggere, quindi tenere duro e non voltarsi indietro, il 6°km lo chiudo in 3'41''. Da qui in poi inizia la parte più dura della mia gara, non riesco ad andare in progressione ma non devo assolutamente rallentare troppo (ho notato che dopo un certo punto della gara il mio livello di fatica rimane immutato anche se rallento quindi tanto vale tenere alto il ritmo). 7° km 3'44'', 8° km 3'46'' e 9° km in 3'45'',  durante i quali riprendo 3 dei 4 uomini che mi precedono e resto a una quindicina di metri dalla donna e dal suo accompagnatore.

Ormai siamo sul lungomare (lungo oltre 2km) e decido di forzare un po' per passare al cartello dei 10km con un buon tempo anche se so che pagherò qualcosa nella fastidiosa successiva appendice di 400mt fino al traguardo. Raggiungo prima l'accompagnatore che crolla e poi la donna che incoraggio durante il sorpasso. Prendo qualche metro di vantaggio ma sento la fatica e non riesco ad aumentare e, anzi, tiro il fiato e la brava atleta mi raggiunge e corriamo affiancati fino al 10°km che chiudo molto forte senza peraltro registrare il parziale corretto (sarà cmq nettamente il + veloce). "Lappo" al cartello del 10°km 36'45'' PB!!!!! Ubriaco di gioia per il PB (seppur ufficioso) e stanco morto, tiro il fiato per buoni 100mt e la donnina mi sfreccia davanti come una saetta, arranco per altri 100mt poi vedo il coach alla penultima curva posta a circa 200mt dal gonfiabile dell'arrivo (ci sono 2 curve e non si vede ma lo conosco a memoria...) e mi ringalluzzisco  sparando i 200mt finali di "fuego" passando in tromba (che non vuol dire trombando.....zozzoni!!!) l'eccellente atleta dell'amatori villa pamphili e 1^ classificata nella gara femminile. Tempo all'arrivo 38'18'' - 37° classificato su 1090 arrivati - 8° di categoria (con premio).

Neanche il tempo di riprendere tanto fiato che dopo 27'' vedo arrivare Massimo "mollo nel finale" e Leo Brontorunner piombare sul traguardo, grandissimi!!!! Maiuscola anche la prova di squadra LRT:
l'elenco dei bravissimi LRT
Che dire di più....grande gara per me (36'45'' ai 10km PB), grande gara per Leo (37'09'' ai 10km PB disintegrato), eccellente tempo per i Rea brothers (33'20'' ai 10km per Fabio SB e 43' e spicci  ai 10km per Giampiero sempre SB), ottimo anche Massimo "mollo nel finale" e Alessandro che per la prima volta da 2 anni a questa parte torna sotto i 40' al passaggio ai 10km. Bravissimi tutti e un applauso speciale all'esordiente Luigi che chiude alla rispettabilissima media di 5'52''/km dopo poche settimane di corse.
Infine, come di consueto, di seguito il riepilogo dei miei (pochi) allenamenti di questa settimana:


lun  01/10: Fondo Lento - 41'21'' - 9.06km - media 4'35''/km - pistino sterrato
mar 02/10: RIPOSO 
mer 03/10: 21'25'' riscaldamento + PISTA: 5X1000mt rec. 2' di passo (3'29''/3'29''/3'29''/3'25''/3'21'') + 7'25'' defaticante
gio 04/10: Fondo Lento - 1h'02''00 - 13.62km - media 4'33''/km - percorso stradale ondulato
ven 05/10: RIPOSO
sab 06/10: RIPOSO
dom 07/10: riscaldamento 16'46'' + GARA (Trofeo S.Ippolito - Fiumicino) - 38'18'' - 10.4 km - media 3'41''/km - percorso pianeggiante 18° vento debole


FORZA GIANCARLO!!!!!! TI ASPETTIAMO IN VILLA DI SICURO PRIMA DEI TEMPI CONSIGLIATI DAI DOC.....


8 commenti:

  1. Grande, sono rimasto incollato allo schermo fino all'ultima riga... Ma che cazzo è successo a RB?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una sfortunata caduta in bici con conseguenze lunghe e noiose a polso e clavicola, poi ti dirà magari meglio lui. Cmq ieri sono andato a trovarlo e, dato che le gambe sono intatte, sono convinto che lo vedremo prestissimo correre in villa nell'attesa di riprendere anche a nuotare e pedalare!

      Elimina
    2. Porca miseria! Ogni volta che salgo in bici so che è solo questione di tempo prima di assaggiare sul serio il bitume...

      Elimina
    3. Hai ragione, anche se io sono andato in bici per un anno ed ho solo rischiato....cmq Giancarlo è stato particolarmente sfortunato vista la dinamica della caduta.

      Elimina
  2. Come sempre post magistrale e dettagliatissimo!
    Stamattina ho conosciuto RB di persona, dopo averne sempre letto con immenso interesse blog e riflessioni.
    Mi sbaglierò, ma a me sembra che abbia già l'occhio della tigre per riprendersi con gli interessi quanto la sfortuna della caduta dalla bici gli ha tolto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti secondo me trarrà ulteriori motivazioni dall'accaduto (del quale, peraltro, avrebbe fatto volentieri a meno...)!

      Elimina
  3. grande tempo... ! adesso chiamo Janco !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma tu quante gare fai???? Ogni domenica ne posti una :)

      Elimina